Di Vivi Cervera

Forse avrai formulato la seguente domanda varie volte:

Perchè se lavoro con la legge di attrazione, non riesco a vedere realizzati i miei desideri?

E la risposta è contenuta nella stessa domanda, che di certo, è mutuamente escludente, in quanto se stai lavorando con la legge di attrazione in modo corretto, sai perfettamente che tutti i tuoi desideri sono stati concessi, anzi! Non avresti desideri, in modo tale che mi scriveresti per raccontarmi quanto felice sei!!!. Parte della risposta può essere che non hai avuto altra opzione che applicare ciò che ti è stato insegnato  sulla legge dell’attrazione (LDA).

Una legge è qualcosa di immodificabile, qualcosa che non puoi trasformare perchè già è . Allora stai attirando nella tua vita ciò che ti rende felice? Se la risposta è negativa devi ri-strutturare la legge di attrazione in te. Per comprendere il funzionamento reale di questa legge e applicarlo senza zoppicare è importante “attrarre ciò che si ha già”. Vedo molte persone che cercano di attirare nelle proprie vite l’amore, il denaro o la salute attraverso un lavoro interno costante, attraverso di una lotta disperata in cui le affermazioni positive, la meditazione, la visualizzazione e perfino metodi altamente efficaci come l’ ho’oponopono sembrano non dare risultati. Questa persone cercano ogni giorno di attrarre qualcosa che ancora non hanno e che certamente sono lontani da raggiungere.

Credo in questa frase: “Non puoi attirare ciò che non possiedi”. Così semplicemente. E mi affascina l’idea che cominci a scoprirti adesso , dal momento in cui cerchi di considerarti la fonte di tutte le cose che tanto desideri e che sono già tue. Lo scoprirti implica che fluisci, che permetti e che finalmente accetti l’infinita gamma di possibilità che hai a tua disposizione attraverso i tuoi pensieri. La legge di attrazione è un concetto che si è diluito tanto che molte persone pensano che non funziona e hanno optato per l’abbandono di ogni tentativo per guarire.

Se sei arrivato fino a questo sito e a leggere questo articolo è perchè vuoi abbandonare il pozzo delle illusioni dove sei stato sommerso, pertanto anche per questo è propizio che abbandoni il tuo concetto di “attirare” come se dovessi trascinare qualcosa verso di te. Quando pratichi la LDA in realtà ciò che fai è manifestare o sentire qualcosa che è già stato creato con ognuno dei tuoi pensieri perchè ogni volta che pensi, fai una creazione che qualche volta non puoi materializzare in modo immediato e che tuttavia esiste. Ricorda che ogni pensiero che fai crea una forma fisica, tu sei chi crea la materia, quindi lascia per terra quel pesante cesto e non cercare di trascinarlo perchè ti stancherai. In questa fase della tua vita stai curando la falsa e vecchia credenza di dover realizzare un lavoro interiore arduo che simbolizza la tua intenzione di cambiare; attualmente tutto è più semplice perchè puoi verificare che  i pensieri creano in modo istantaneo, in modo che tutto quello che puoi desiderare ti è già stato dato, si è già manifestato in un’altra dimensione e solamente sapendolo puoi permetterti di sciogliere il tuo ordine fino a quando sarà il momento che arrivi a te. Le parole che utilizzo, come desideri o richieste, sono il modo più semplice che trovo per arrivare a te, perchè è ciò di cui hai bisogno adesso per arrivare ad incontrarti. E’ risaputo che quando desideri qualcosa è perchè non ce l’hai e quando lo ringrazi è perchè sai che il tuo pensiero crea cose, materializza oggetti, genera situazioni, etc.

So che quando eri bambina(o) e chiedevi un giocattolo, in breve tempo lo avevi accanto a te e questa è la legge di attrazione, tu lo avevi perchè in quei momenti tutti i tuoi meridiani e canali energetici erano aperti per ricevere! Se vuoi utilizzare lo stesso metodo per ottenere qualcosa adesso che sei adulta(o) forse ti potresti sorprendere che quello che vuoi non si affaccia lontanamente; questo è perchè c’è molto più ego in te, c’è più paura in te ad ottenere ciò che desideri che non ottenerlo. E la coscienza nell’infanzia è più definita.

Ti do un esempio più preciso. Supponiamo che hai problemi seri con il tuo consorte o che hai chiuso una relazione che è durata molto tempo. La prima idea che ti vende l’ego per mantenerti  viva(o) è che devi recuperarla ad ogni costo, perchè altrimenti rischi di morire!      Quindi se domini i concetti attuali, cercherai di attirarla a te per mezzo della legge di attrazione che conosci, che consiste nell’appendere fotografie in ogni angolo della tua casa, accendere candele di ringraziamento perchè sta con te, inviarle al cellulare 300 messaggi al giorno esprimendo quanto è importante per te e forse praticando ho’oponopono con disperazione, angoscia e una enorme paura a fallire nel tentativo, panico di fronte alla possibilità che non ritorni mai più da te.

Mi è piaciuto molto quando Eric Pearl nel suo libro Riconnessione ha scritto che la preghiera è un modo di manipolare Dio, perchè è molto vero, forse perchè tutti noi esseri umani lo abbiamo fatto inconsciamente, credendo che così si ottengono risultati positivi. E la verità è che quella è la strada sbagliata. Il tempo è cambiato, tu anche, pertanto il vecchio metodo di pregare manipolando la situazione ha smesso di funzionare da un po’. Cosìcchè se vuoi recuperare qualcuno, recuperare la tua casa, la tua salute, la tua vita, pratica l’ho’oponopono senza cercare di controllare il risultato; prega con sincera gratitudine per ciò che hai; pronuncia le parole magiche (mi dispiace, perdonami, ti amo, grazie) depositando qualsiasi difficoltà nelle mani della divinità perchè si faccia ciò che sia armonico per tutto il mondo e pertanto per te. Sciogli emozionalmente la tua necessità che le cose hanno un solo modo per risolversi. Può essere che ricostruire la tua relazione con il tuo ex consorte ti provochi più dolore o che iniziare una relazione con qualcuno che ti piace molto, coinvolga la tua crescita spirituale o quella dell’altra persona; può essere che ottenere più denaro ti provochi più paure o che non ne hai più definitivamente. Ciò che voglio che comprendi è sapere ciò di cui hai bisogno che arrivi nella tua vita e che fluendo ottieni più che tirando; che l’ Universo risponda solo alle tue vibrazioni.

Che vibrazione hai in questo istante ?  Sei felice ? Stai aspettando qualcosa o qualcuno che non arriva? Che cosa ti manca? Le risposte che ti dai sono i segnali che sei preparata (o) per ricevere o rifiutare la prosperità.

Se vuoi avere un compagno perchè la solitudine ti invade, sii felice perchè sei l’ amore. Se hai bisogno di denaro o di un nuovo lavoro, sii felice perchè puoi cercarlo. Se credi di essere ammalata(o), sii felice con la speranza di guarire e se puoi andare oltre, considerati sano. Se  desideri tornare a vivere con un vecchio amore, sii felice perchè lui o lei hanno la libertà di agire conforme al loro libero arbitrio. Se sei impaurita(o), se c’è molta paura dentro di te… sii felice perchè la paura ti insegna ad essere coraggioso  e considerati coraggioso. Se sei triste, sii felice per tutto ciò che il dolore umano ti insegna. La felicità è una conseguenza dell’ amore ed è una tua scelta.

Un problema arriva quando lo accetti. In quell’istante dovrai occuparti di soffrire per quel problema o di liberarlo. Un problema in se stesso è carente di senso, tu gli trovi un posto e un significato quando lo accetti. Invece, una situazione da risolvere ti permette di concentrarti nel tuo stesso benessere. Suppongo che preferisci avere situazioni da risolvere che enormi problemi da risolvere. In tutto questo che ti ho scritto si riassume la legge di attrazione e credimi che c’è molto di più, ma non ho potuto fermarmi prima affinchè questo articolo non fosse tanto lungo, quindi spero che sia stato di tuo gradimento. Grazie infinite per l’opportunità che mi dai per essere migliore, per guarire. Sei tu che mi permetti di essere chi sono. Mi dispiace, perdonami, ti amo. Un abbraccio.

Vivi Cervera. Copyright 2009. Diritti d’autore riservati.

Traducido por Sabrina Selmo (fissel_1@yahoo.it)

Annunci